binaire opties iex categoria_1
 
Karl Marx
IL CAPITALE
 
LIBRO PRIMO
IL PROCESSO DI PRODUZIONE DEL CAPITALE
 
Prefazione alla prima edizione 
Poscritto alla seconda edizione 
Prefazione e Poscritto all'edizione francese 
Per la terza edizione 
Prefazione all'edizione inglese 
Per la quarta edizione 
 
Prima sezione - MERCE E DENARO
Capitolo 1 - La merce 
     1. I due fattori della merce: valore d'uso e valore (sostanza di valore, grandezza di valore) 
     2. Duplice carattere del lavoro rappresentato nelle merci 
     3. La forma di valore ossia il valore di scambio 
          A) Forma di valore semplice, singola ossia accidentale 
               1. I due poli dell'espressione di valore: forma relativa di valore e forma di equivalente 
               2. La forma relativa di valore 
                    a) Contenuto della forma relativa di valore 
                    b) Determinatezza quantitativa della forma relativa di valore 
               3. La forma di equivalente 
               4. Il complesso della forma semplice di valore 
          B) Forma di valore totale o dispiegata 
               l. La forma relativa di valore dispiegata 
               2. La forma particolare di equivalente 
               3. Difetti della forma di valore totale o dispiegata 
          C) Forma generale di valore 
               1. Mutamento nel carattere della forma di valore 
               2. Rapporto di sviluppo fra forma relativa di valore e forma di equivalente 
               3. Passaggio dalla forma generale di valore alla forma di denaro 
          D) Forma di denaro 
               4. Il carattere di feticcio della merce e il suo arcano 
Capitolo 2 - Il processo di scambio 
Capitolo 3 - Il denaro ossia la circolazione delle merci 
     l. Misura dei valori 
     2 Mezzo di circolazione 
          a) La metamorfosi delle merci 
          b) La circolazione del denaro 
          c) La moneta. Il segno del valore 
     3 Denaro 
          a) Tesaurizzazione 
          b) Mezzo di pagamento 
          c) Denaro mondiale
 
Seconda sezione - LA TRASFORMAZIONE DEL DENARO IN CAPITALE
Capitolo 4 - Trasformazione del denaro in capitale 
     1. La formula generale del capitale 
     2. Contraddizioni della formula generale 
     3. Compera e vendita della forza-lavoro
 
Terza sezione - LA PRODUZIONE DEL PLUSVALORE ASSOLUTO
Capitolo 5 - Processo lavorativo e processo di valorizzazione 
     l. Processo lavorativo 
     2. Processo di valorizzazione 
Capitolo 6 - Capitale costante e capitale variabile 
Capitolo 7 - Il saggio del plusvalore 
     1. Il grado di sfruttamento della forza-lavoro 
     2. Rappresentazione del valore del prodotto in parti proporzionali del prodotto 
     3. "L'ultima ora" del Senior 
     4. Il plusprodotto 
Capitolo 8 - La giornata lavorativa 
     1. I limiti della giornata lavorativa 
     2. La voracità del pluslavoro. Fabbricante e boiardo 
     3. Branche dell'industria inglese senza limite legale allo sfruttamento 
     4. Lavoro diurno e notturno. Il sistema dei turni 
     5. La lotta per la giornata lavorativa normale. Leggi coercitive per il prolungamento della giornata lavorativa dalla metà del sec. XIV alla fine del sec. XVII 
     6. La lotta per la giornata lavorativa normale. Leggi coercitive sulla limitazione del tempo di lavoro. La legislazione inglese sulle fabbriche dal 1833 al 1864 
     7. La lotta per la giornata lavorativa normale. Ripercussioni in altri paesi della legislazione inglese sulle fabbriche 
Capitolo 9 - Saggio e massa dei plusvalore
 
Quarta sezione - LA PRODUZIONE DEL PLUSVALORE RELATIVO
Capitolo 10 - Concetto del plusvalore relativo 
Capitolo 11 - Cooperazione 
Capitolo 12 - Divisione dei lavoro e manifattura 
     1. Duplice origine della manifattura 
     2. L'operaio parziale e il suo strumento 
     3. Le due forme fondamentali della manifattura. Manifattura eterogenea e manifattura organica 
     4. Divisione del lavoro nella manifattura e divisione dei lavoro nella società 
     5. Il carattere capitalistico della manifattura 
Capitolo 13 - Macchine e grande industria 
     1. Sviluppo del macchinario 
     2. Trasmissione di valore dalle macchine al prodotto 
     3. Effetti immediati dell'industria meccanica sull'operaio 
          a) Appropriazione di forze-lavoro addizionali da parte del capitale. Lavoro delle donne e dei fanciulli 
          b) Prolungamento della giornata lavorativa 
          c) Intensificazione del lavoro 
     4. La fabbrica 
     5. Lotta fra operaio e macchina 
     6. La teoria della compensazione rispetto agli operai soppiantati dalle macchine 
     7. Repulsione ed attrazione di operai man mano che si sviluppa l'industria meccanica. Crisi dell'industria cotoniera 
     8. Rivoluzione compiuta dalla grande industria nella. manifattura, nel mestiere artigiano e nel lavoro a domicilio 
          a) Eliminazione della cooperazione fondata sul mestiere artigiano e sulla divisione del lavoro 
          b) Reazione del sistema delle fabbriche sulla manifattura e sul lavoro a domicilio 
          c) La manifattura moderna 
          d) Il lavoro a domicilio moderno 
          e) Trapasso della manifattura e del lavoro a domicilio moderni alla grande industria. Acceleramento di questa rivoluzione attraverso l'applicazione delle leggi sulle fabbriche a quei tipi d’industria 
     9. Legislazione sulle fabbriche (clausole sanitarie e sulla educazione). Sua estensione generale in Inghilterra 
     10. Grande industria e agricoltura
 
Quinta sezione - LA PRODUZIONE DEL PLUSVALORE ASSOLUTO E DEL PLUSVALORE RELATIVO
Capitolo 14 - Plusvalore assoluto e plusvalore relativo 
Capitolo 15 - Variazioni di grandezza nei prezzi della forza lavoro e nel plusvalore 
     I. Grandezza della giornata lavorativa e intensità del lavoro costanti (date), forza produttiva del lavoro variabile 
     II. Giornata lavorativa costante, forza produttiva del lavoro costante, intensità del lavoro variabile 
     III. Forza produttiva e intensità del lavoro costanti, giornata lavorativa variabile 
     IV. Variazioni contemporanee nella durata, forza produttiva e intensità del lavoro. 
Capitolo 16 - Differenti formule del saggio del plusvalore
 
Sesta sezione - IL SALARIO
Capitolo 17 - Trasformazione in salario dei valore e rispettivamente del prezzo della forza-lavoro 
Capitolo 18 - Il salario a tempo 
Capitolo 19 - Il salario a cottimo 
Capitolo 20 - Differenza nazionale dei salari
 
Settima sezione - IL PROCESSO DI ACCUMULAZIONE DEL CAPITALE
Capitolo 21 - Riproduzione semplice 
Capitolo 22 - Trasformazione del plusvalore in capitale 
     1. Processo di produzione su scala allargata. Conversione delle leggi della proprietà della produzione delle merci in leggi dell'appropriazione capitalistica 
     2. Erronea concezione della riproduzione su scala allargata da parte dell'economia politica 
     3. Divisione del plusvalore in capitale e reddito. La teoria dell’astinenza 
     4. Circostanze che determinano il volume dell'accumulazione indipendentemente dalla divisione proporzionale del plusvalore in capitale e reddito; grado di sfruttamento della forza-lavoro; forza produttiva del lavoro; differenza crescente fra capitale impiegato e capitale consumato; entità del capitale anticipato 
     5. Il cosiddetto fondo di lavoro 
Capitolo 23 - La legge generale dell'accumulazione capitalistica 
     1. Domanda crescente di forza-lavoro che accompagna l'accumulazione del capitale, eguale rimanendo la composizione del capitale stesso. 
     2. Diminuzione relativa della parte variabile del capitale durante il progresso dell'accumulazione e della concentrazione ad essa concomitante 
     3. Produzione progressiva di una sovrappopolazione relativa ossia di un esercito industriale di riserva 
     4. Forme differenti di esistenza della sovrappopolazione relativa. La legge generale dell'accumulazione capitalistica 
     5. Illustrazione della legge generale dell'accumulazione capitalistica 
          a) L'Inghilterra dal 1846 al 1866 
          b) Gli strati mal pagati della classe operaia industriale britannica 
          c) La popolazione nomade 
          d) Effetto delle crisi sulla parte meglio pagata della classe operaia 
          e) Ii proletariato agricolo della Gran Bretagna 
          f) Irlanda 
Capitolo 24 - La cosiddetta accumulazione originaria 
     l. L'arcano dell'accumulazione originaria 
     2. Espropriazione della popolazione rurale e sua espulsione dalle terre 
     3. Legislazione sanguinaria contro gli espropriati dalla fine del sec. XV in poi. Leggi per l'abbassamento dei salari 
     4. Genesi dei fittavoli capitalisti 
     5. Ripercussione della rivoluzione agricola sull'industria. Creazione del mercato interno per il capitale industriale 
     6. Genesi del capitalista industriale 
     7. Tendenza storica dell'accumulazione capitalistica 
Capitolo 25 - La teoria moderna della colonizzazione
 
Avvertenza per il lettore:
 
I testi del Capitale qui riportati non sono una traduzione integrale degli originali, bensì una rivisitazione delle traduzioni esistenti (in italiano ed in francese) a cui sono state apportate le modifiche di cui alle avvertenze riportate nelle sezioni di questo sito relative a ciascun libro.
 
Ad esempio:
 
- per il terzo libro non sono state riportate le note che Marx ed Engels richiamano nel testo (fatte salve alcune eccezioni);
- sono state introdotte delle modifiche per quanto riguarda alcuni esempi numerici, in cui, per facilitare la lettura:
 
a – sono state cambiate le unità di misura e talvolta le grandezze;
 
b – i dati richiamati nella forma di testo sono stati trasformati in tabelle.
Ci rendiamo conto che leggere un testo del Capitale in cui Marx formula esempi in Euro invece che in Lire Sterline potrebbe far sorridere e far pensare ad uno scherzo o ad una manipolazione che ha  travisato il pensiero dell’Autore, avvertiamo invece il lettore che il testo è assolutamente fedele al pensiero originale  e che ci siamo permessi di introdurre alcune “varianti” per consentire a coloro che non hanno dimestichezza con le unità di misura e monetarie inglesi di non bloccarsi di fronte a questa difficoltà e di facilitarne così la lettura o lo studio. In altre parti si è invece mantenuto le unità di misura e monetarie inglesi originali perchè la lettura non creava problemi di comprensione e per ragioni di fedeltà storica.
 
Ci facciamo altresì carico dell’osservazione che Engels ha formulato nelle “considerazioni supplementari” poste all’inizio del III Libro, laddove, di fronte alle molteplici interpretazioni del testo che vennero fatte dopo la prima edizione, sostiene: “Nella presente edizione ho cercato innanzitutto di comporre un testo il più possibile autentico, di presentare, nel limite del possibile, i nuovi risultati acquisiti da Marx, usando i termini stessi di Marx, intervenendo unicamente quando era assolutamente necessario, evitando che, anche in quest’ultimo caso, il lettore potesse avere dei dubbi su chi gli parla. Questo sistema è stato criticato; si è pensato che io avrei dovuto trasformare il materiale a mia disposizione in un libro sistematicamente elaborato, en faire un livre, come dicono i francesi, in altre parole sacrificare l’autenticità del testo alla comodità del lettore. Ma non è in questo senso che io avevo interpretato il mio compito. Per una simile rielaborazione mi mancava qualsiasi diritto; un uomo come Marx può pretendere di essere ascoltato per se stesso, di tramandare alla posterità le sue scoperte scientifiche nella piena integrità della sua propria esposizione. Inoltre non avevo nessun desiderio di farlo: il manomettere in questo modo perchè dovevo considerare ciò una manomissione l’eredità di un uomo di statura così superiore, mi sarebbe sembrato una mancanza di lealtà. In terzo luogo sarebbe stato completamente inutile. Per la gente che non può o non vuole leggere, che già per il primo Libro si è data maggior pena a interpretarlo male di quanto non fosse necessario a interpretarlo bene — per questa gente è perfettamente inutile sobbarcarsi a delle fatiche”.
 
Marx ed Engels non ce ne vogliano, ma posti di fronte alle molteplici “fughe” dallo studio da parte di persone che non possedevano una cultura accademica, fughe che venivano imputate alla difficoltà presentate dal testo, abbiamo deciso di fare uno “strappo” alle osservazioni di Engels, intervenendo in alcune parti  avendo altresì cura di toccare il testo il meno possibile. Nel fare questo “strappo” eravamo tuttavia confortati dal fatto che, a differenza  della situazione in cui Engels si trovava, oggi chi vuole accedere al testo “originale”, dispone di diverse edizioni in varie lingue.

1917-2017 | 100 anni dalla Rivoluzione d'Ottobre

1867-2017 | 150 anni dalla pubblicazione del primo libro del Capitale di Karl Marx

Finisca il tempo dei mezzi termini "politically correct"

binära optioner beskattning  

click to read more
 
«Mi piace molto il pubblico autentico isolamento in cui ci troviamo ora noi due, tu ed io. Corrisponde del tutto alla nostra posizione e ai nostri principi. Il sistema delle reciproche concessioni, dei mezzi termini tollerati per correttezza, e il dovere di assumersi davanti al pubblico la propria parte di ridicolaggine insieme con tutti questi somari del partito, son cose finite»
 
Da Franz Mehring, Vita di Marx, L'esilio a Londra, Vita d'esule