Lenin, uomo del futuro

go to link Lenin
L'«ESTREMISMO» MALATTIA INFANTILE DEL COMUNISMO, 9

http://davisslater.com/ficeryw/7224 I. In che senso si può parlare del significato internazionale della rivoluzione russa?, 11 

enter site II. Una delle condizioni fondamentali per la vittoria dei bolscevichi, 14

fincar fedex III. Le fasi principali della storia del bolscevismo, 17

Cialis 60 mg nätet IV. Lottando contro quali nemici in seno al movimento operaio è sorto, si è rafforzato e temprato il bolscevismo?, 22

miglior broker opzioni V. Il comunismo «di sinistra» in Germania. I capi, il partito, la classe, le masse, 30 

http://bowlnorthway.com/?jisdjd=admin-tradingbinario-org&763=b4 VI. Devono i rivoluzionari lavorare nei sindacati reazionari?, 37

Risultati per la strategia migliore opzioni binarie SRL a GORIZIA in impresaitalia.info, nella categoria ESPORTATORI ED IMPORTATORI VII. Partecipare ai parlamenti borghesi?, 46 

broker expose VIII. Nessun compromesso?, 56 

TOP adx di+ di nel commercio delle opzioni binarie ⭐ lll Jetzt im IQ Schnelltest herausfinden, wie intelligent du bist! 100% kostenfrei ohne Anmeldung über 4 Mio. Teilnehmer IX. II comunismo «di sinistra» in Inghilterra, 67

X. Alcune conclusioni, 80

Appendice, 95 

I. La scissione dei comunisti tedeschi, 97 

II. I comunisti e gli «indipendenti» in Germania, 99 

III. Turati e soci in Italia, 102 

IV. False conclusioni da giuste premesse, 104 

V., 109


IAT | Incontri con Lenin

1917-2017 | 100 anni dopo la Rivoluzione d'Ottobre

Le parole del rivoluzionario più grande, le parole più rivoluzionarie

Piccolo gruppo compatto, noi camminiamo per una strada ripida e difficile tenendoci con forza per mano. Siamo da ogni parte circondati da nemici e dobbiamo quasi sempre marciare sotto il fuoco. Ci siamo uniti, in virtù di una decisione liberamente presa, allo scopo di combattere i nostri nemici e di non sdrucciolare nel vicino pantano, i cui abitanti, fin dal primo momento, ci hanno biasimato per aver costituito un gruppo a parte e preferito la via della lotta alla via della conciliazione. Ed ecco che taluni dei nostri si mettono a gridare: "Andiamo nel pantano!". E, se si incomincia a confonderli, ribattono: "Che gente arretrata siete! Non vi vergognate di negarci la libertà d’invitarvi a seguire una via migliore?". Oh, sí, signori, voi siete liberi non soltanto di invitarci, ma di andare voi stessi dove volete, anche nel pantano; del resto pensiamo che il vostro posto è proprio nel pantano e siamo pronti a darvi il nostro aiuto per trasportarvi i vostri penati. Ma lasciate la nostra mano, non aggrappatevi a noi e non insozzate la nostra grande parola della libertà, perché anche noi siamo "liberi" di andare dove vogliamo, liberi di combattere non solo contro il pantano, ma anche contro coloro che si incamminano verso di esso... (Lenin, Che fare)

Finisca il tempo dei mezzi termini "politically correct"

 

 
«Mi piace molto il pubblico autentico isolamento in cui ci troviamo ora noi due, tu ed io. Corrisponde del tutto alla nostra posizione e ai nostri principi. Il sistema delle reciproche concessioni, dei mezzi termini tollerati per correttezza, e il dovere di assumersi davanti al pubblico la propria parte di ridicolaggine insieme con tutti questi somari del partito, son cose finite»
 
Da Franz Mehring, Vita di Marx, L'esilio a Londra, Vita d'esule

Chi è online

Abbiamo 31 visitatori e nessun utente online

VCNT - Visitorcounter

255463 (59)

social

Feed RSS  Facebook  Twitter