Echi dalla caverna

additional reading

http://ortdestreffens.de/?yabloko=bin%C3%A4re-optionen-ticker&446=56 «Liberi», soddisfatti, con molti amici (seppur virtuali)... Attivisti da poltrona, condividiamo distrattamente le tragedie del mondo, sazi di informazioni in cui non riusciamo ad orientarci, dispensiamo “mi piace” ed emozioni virtuali senza distinguere adeguatamente realtà e finzione, ci muoviamo dentro ad un gigantesco acquario in modo inconsapevole, seguendo percorsi tracciati da un “default power” che decide come e cosa ricavare dai profili che noi stessi abbiamo costruito per partecipare ad un mondo-spettacolo di cui crediamo illusoriamente di essere protagonisti. Nell’acquario di Facebook. La resistibile ascesa dell’anarco-capitalismo, scritto dal gruppo di mediattivisti Ippolita, offre uno sguardo disincantato sulla realtà delle nuove tecnologie, analizzando i «social» (Facebook, Google+, Twitter, Linkedin ecc.) e attingendo inevitabilmente da McLuhan e Debord.

best forex trading resources “gli utenti comuni si espongono a ogni sorta di soprusi da parte della colpevolizzante profilazione: un account su Facebook, su Google+, su Twitter, non è proprietà dell’utente. È uno spazio messo gratuitamente a sua disposizione in cambio della sua disponibilità a farsi sezionare in porzioni merceologicamente interessanti” (Nell’acquario di FB).

sito per opzioni binarie in 60s Con la nostra diligente accettazione delle nuove tecnologie «social» finiamo per comportarci un po’ come Adolf Eichmann; eseguiamo ordini senza riflettere e adottiamo comportamenti fortemente caratterizzati da uno spirito gregario e dall’assenza di capacità critica

http://bothniafritid.se/?siresse=Sildenafil-Citrate-soll-billiger-werden&c05=11 “L’individuo ideale in un sistema tecnocratico globale è supino, consenziente. Obbedisce alle regole imposte e forza con il proprio comportamento, entusiasta, passivo o rinunciatario, gli eventuali riottosi ad adeguarsi. Non è un leader carismatico né un individuo eccezionale, ma un adepto della banalità tecnologica, un piccolo Eichmann del totalitarismo tecnologico contemporaneo: In ogni paese ci sono ora innumerevoli Eichmann negli uffici amministrativi, nelle società commerciali, nelle università, nei laboratori, nelle forze armate: ordinati, persone obbedienti, pronte ad eseguire qualsiasi fantasia sancita ufficialmente, tuttavia disumanizzate e svilite” (Nell’acquario di FB).

http://nlst-usa.com/?trere=demo-binÃÃâ€� ’ÂÃâ€� ’¤re-o binary options strategy Materiali

read this post here Ippolita | Nell'acquario di Facebook

browse around this web-site Federico Sbandi | L’esperimento di Facebook: emozioni contagiose e utenti ingenui

canlı forex fiyatları AA.VV. | Experimental evidence of massive-scale emotional contagion through social networks


IAT | L'uomo dalla Caverna al non ancora esistente

1867-2017 | 150 anni dalla pubblicazione del primo libro del Capitale di Karl Marx

Finisca il tempo dei mezzi termini "politically correct"

http://www.lahdentaiteilijaseura.fi/?siftifkar=bin%C3%A4r-option-erfahrungen&8bc=5a  

 
«Mi piace molto il pubblico autentico isolamento in cui ci troviamo ora noi due, tu ed io. Corrisponde del tutto alla nostra posizione e ai nostri principi. Il sistema delle reciproche concessioni, dei mezzi termini tollerati per correttezza, e il dovere di assumersi davanti al pubblico la propria parte di ridicolaggine insieme con tutti questi somari del partito, son cose finite»
 
Da Franz Mehring, Vita di Marx, L'esilio a Londra, Vita d'esule

Echi dalla caverna

Chi è online

read review Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

VCNT - Visitorcounter

264221 (98)

social

Feed RSS  Facebook  Twitter