Taggato: crisi

0

Antiper | Chiose a Emiliano Brancaccio, “Uscire dall’euro? C’è modo e modo”

Download Antiper – Chiose a Emiliano Brancaccio, Uscire dall’euro? C’è modo e modo (PDF), Maggio 2014, 12 pag.

 

Chiose [1] di Antiper (in colore rosso) 

 

Il tentativo di salvare la moneta unica a colpi di deflazione salariale nei paesi periferici dell’Unione potrebbe esser destinato al fallimento.

 

Brancaccio sembra attribuire la “deflazione salariale” (cioè la diminuzione dei salari che sta avvenendo nei “paesi periferici”) al tentativo di “salvare la moneta unica”. Ma qui sorge subito una prima questione: la politica della riduzione dei salari è davvero una novità dovuta alla “moneta unica” (ed al tentativo del suo salvataggio)? Nei paesi in cui non vige questa questa “moneta unica” (leggi Gran Bretagna o USA) la deflazione salariale non si è realizzata?

Ovviamente le cose non stanno in questo modo. La riduzione del salario è infatti un obbiettivo permanente di ogni capitalista visto che minore è la quota salari pagata e maggiore è la quota profitti incassata; e del resto, in Italia, la “politica dei redditi” – come fu eufemisticamente battezzata – ha avuto anche l’imprimatur della sinistra istituzionale e del sindacato di regime fin dalla lontana “svolta dell’EUR” del 1978: da lì in poi, imprese, sindacati e governi si sono coordinati neo-corporativisticamente per impedire l’aumento del salario dei lavoratori italiani che infatti è, oggi, lo stesso di 24 anni fa (nonostante la maggiore ricchezza prodotta in questi anni). La stessa “scala mobile” ovvero il meccanismo di adeguamento automatico del salario al costo della vita (e che oggi sarebbe tanto di aiuto per i lavoratori) venne introdotta soprattutto per impedire che l’aumento dei salari superasse quello dei prezzi e quindi che vi fosse una crescita della “quota salari”.

L’eventualità di una deflagrazione dell’eurozona è dunque tutt’altro che scongiurata.

Antiper | Slides per lo IAT “Introduzione alla storia delle teorie sulla crisi” 0

Antiper | Slides per lo IAT “Introduzione alla storia delle teorie sulla crisi”

Le slides sono basate sul documento di Anwar Shaikh (“Introduzione alla storia delle teorie sulla crisi”), salvo alcune considerazioni degli autori o citazioni evidenziate con un colore più chiaro. OSS: Le slides non coprono la parte che riguarda la Legge della caduta tendenziale del saggio di profitto di Marx.

0

Anwar Shaikh | Introduzione alla storia delle teorie sulla crisi

Anwar Shaikh Introduzione alla storia delle teorie sulla crisi (U.S. Capitalism in crisis, U.R.P.E New York, 1978) …………………………………………………………… eBook, 43 pag. Autoproduzioni, 2012 Traduzione Antiper, 2012 PDF  |  MOBI …………………………………………………………… Introduzione Questo...

0

Antiper – Due osservazioni sull’intervento di Giulio Palermo all’assemblea di Massa sulla crisi del 24 febbraio 2012 e qualche considerazione ulteriore

La relazione introduttiva di Giulio Palermo all’assemblea sulla crisi economica che si è tenuta a Massa il 24 febbraio scorso [1] è stata certamente interessante ed ha offerto molti elementi di riflessione. Il punto più forte è stato senza dubbio quello dell’aver interpretato la crisi come crisi derivante, in ultima istanza, dalla caduta tendenziale del saggio di profitto, ciò che viene spesso dimenticato oppure, quando va bene, ricordato in modo puramente rituale.

E’ stato meritevole anche il fatto di aver introdotto la serata con una sostanziosa ricognizione su alcune categorie marxiane (dalla differenza tra capitale fisso e capitale costante, al plusvalore, alla formulazione del saggio medio di profitto, accennando anche ad una critica alle impostazioni “empiriste” ed al metodo di misurazione adottato in alcune analisi econometriche)…